a cura di Valerio Turrini

a cura di Valerio Turrini

Dragon’s Dogma 2 l’action RPG che stavamo aspettando!

chi non dovesse ancora conoscere l’IP di Dragon’s Dogma lo invitiamo calorosamente a recuperare il primo capitolo che può vantare di essere uno di quei titoli silenziosi, che fin dal principio si è saputo guadagnare una piccola fetta di fan e che nel tempo ha saputo espandere la sua fama, andandosi ad affermare nella storia dei videogiochi come un piccolo cult, fino ad arrivare alla consacrazione e alla riscoperta del gioco con l’arrivo dell’espansione Dark Arisen.

Dragon’s Dogma 2 l’action RPG che stavamo aspettando!

 

 

Il creatore della IP d’altronde è uno che di giochi cult se ne intende in quanto è lo stesso Hideaki Itsuno che in Capcom ha fatto la storia con una serie leggendaria come Devil May Cry e che nel tempo non ha mai nascosto la sua voglia di riprendere Dragon’s Dogma per regalarci un meritato sequel al titolo.


Finalmente dopo 12 anni dall’uscita del primo capitolo, siamo in dirittura di arrivo per vedere sugli scaffali l’attesissimo sequel che dalle premesse sembra possa davvero dire la sua nel campo degli action RPG.


Iniziamo col mettere le mani avanti dicendo che consapevolmente l’asticella nel mondo dei GDR si è alzata parecchio da quando siamo stati graziati dall’uscita di Baldur’s Gate 3 ed inevitabilmente ogni titolo che cercherà di insediarsi su quello stesso genere sarà oggetto di comparative con l’opera di Larian Studios.

Inoltre Dragon’s Dogma 2 pur non essendo un titolo ambientato nel mondo di D&D lo ricorda parecchio, come lo ricordava anche il suo predecessore, ma fortunatamente la strada intrapresa da Capcom in termini di gameplay è totalmente diversa.

 

Dragon’s Dogma 2 l’action RPG che stavamo aspettando!

 


Dragon’s Dogma 2 sarà sì un RPG open world dall’ ambientazione medievale e fantasy, ma la sua forte componente action lo andrà a posizionare su un piano ben diverso rispetto a BG 3, dove una delle critiche più frequentemente mosse dai meno avvezzi al genere più puro degli RPG è stata proprio sui combattimenti a turni. Dragon’s Dogma 2 potrebbe rappresentare un Baldur’s Gate 3 action, con combattimenti in tempo reale ed una componente ruolistica ridotta che potrebbe avvicinare un bacino di utenza più vasto e meno impegnato nel genere, potenzialmente una vera bomba di mercato che potrebbe far tornare Capcom ai massimi livelli. Cosa sappiamo quindi di Dragon’s Dogma 2?

Di base il gioco andrà a mantenere le basi del primo capitolo, in un ambientazione dark fantasy medievale che si espanderà in un open world completo e a detta degli sviluppatori, particolarmente ricco e variegato, che ci farà riscoprire la bellezza del viaggio e dell’esplorazione, senza trovarci ad abusare del viaggio rapido. Oltre all’ambientazione e alla narrazione del gioco che promette di essere davvero molto interessante, l’ottimo sistema di combattimento action che abbiamo apprezzato nel primo capitolo tornerà ad essere cardine dell’esperienza di gioco in Dragon’s Dogma 2.


La bellezza delle animazioni, l’immediatezza dei comandi e la possibilità di arrampicarsi sui nemici per sferrare attacchi nei punti più strategici torneranno a far divertire i videogiocatori, in quello che dal punto di vista del sistema di combattimento rimane uno dei giochi più divertenti del genere. 

 

 

Dragon’s Dogma 2 l’action RPG che stavamo aspettando!

 


L’impronta simil-Monster Hunter tornerà ad essere un punto di forza del gioco, dove potremo sfruttare una varietà di classi e specializzazioni ben definite per il nostro alter ego, che si adatteranno diversamente alla tipologia di nemiche che andremo ad affrontare.

Un’altra caratteristica che va ad aggiungere ulteriore profondità al sistema di combattimento è la possibilità di staccare delle specifiche parti del corpo dai mostri che affronteremo, dando al giocatore la possibilità di indebolire un avversario in maniera specifica, limitandone mobilità e attacchi in base alla zona che andremo ad attaccare e ad invalidare.

 


Tornerà poi il sistema delle Pedine già apprezzato nel primo capitolo, che renderà Dragon’s Dogma 2 un vera avventura corale su cui gli sviluppatori hanno puntato tantissimo dal punto di vista dell’intelligenza artificiale e fungono un ruolo fondamentale nel rendere il mondo di gioco vivo e realistico.

 

 

Oltre ad essere degli importanti comprimari nei combattimenti, dove le Pedine si muoveranno sempre in maniera sensata e reagiranno correttamente all’azione, la loro presenza all’interno del mondo di gioco sarà di tipo persistente e continueranno ad essere attive anche a gioco spento, dove potranno essere prelevate da altri giocatori online per acquisire esperienza ed esplorare dei dungeon ancora inesplorati con noi.

 

 

 

Dragon’s Dogma 2 l’action RPG che stavamo aspettando!

 

Una delle interazioni più interessanti che troveremo in Dragon’s Dogma 2 sarà proprio quella legata all’esplorazione dei dungeon delle Pedine, che potranno darci dei suggerimenti su dungeon da loro già esplorati o specializzarsi nell’affrontare un certo tipo di nemico che hanno incontrato più volte durante la nostra assenza.

Questo sistema di compagni sempre attivi e vivi nonostante il nostro intervento, mira a rendere l’esperienza di gioco più realistica e corale, riuscendo a restituire un vero senso di brigata e viaggio di gruppo in Dragon’s Dogma 2.

La grande attesa per questa nuova opera Capcom è però quella legata all’esplorazione del mondo di gioco che, come per il primo capitolo, potrebbe da sola portare avanti tutta l’esperienza di gioco.

Lo stile della mappa come abbiamo già detto mantiene un’impostazione dark fantasy medievale, ma a differenza della maggior parte delle produzioni giapponesi, non va mai a cadere nell’esagerazione e cerca di mantenere sempre uno stampo realistico sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista artistico, con un design dei mostri e delle ambientazioni che strizzano l’occhio a opere europee come The Witcher e Skyrim.

La nostra sensazione è che Dragon’s Dogma 2 potrebbe essere uno di quei giochi dove passare centinaia di ore semplicemente esplorando il mondo di gioco, andando a seguire la storyline a tempo perso preferendogli piuttosto la voglia di esplorare e il senso di avventura.

 

 

Dragon’s Dogma 2 l’action RPG che stavamo aspettando!