a cura di Jacopo Filisetti

a cura di Jacopo Filisetti

OPPO A58 ampio schermo e promettente autonomia

questo nuovo smartphone, parte della rinomata serie A di OPPO, promette di offrire un’esperienza d’uso straordinaria grazie a una combinazione di innovazione tecnologica, design elegante e prestazioni affidabili.

OPPO propone un nuovo smartphone della serie A: si tratta di OPPO A58, fratello con connettività 4G del modello lanciato in Cina lo scorso novembre e con il quale condivide ben poco.

Il dispositivo punta soprattutto sul display Sunlight Full-HD+ da 6,72 pollici, che offre una luminosità massima di 680 nit, una gamma di colori DCI-P3, un rapporto schermo-superficie del 91,4% e una funzionalità All-Day AI Eye Comfort, pensata per garantire un utilizzo prolungato sia di giorno sia di notte.

A livello di design, il nuovo smartphone Android si propone in due colorazioni, denominate Glowing Black e Dazzling Green: la prima presenta l’iconica finitura OPPO Glow con un effetto scintillante, la seconda adotta un particolare design Glowing Silk, che conferisce secondo il produttore una texture simile alla seta. La scocca posteriore è curva (2.8D) e decorata con un rivestimento ovale lucido attorno al doppio modulo fotografico circolare.

Lo spessore di 7,99 mm aiuta a mantenere una presa comoda e al contempo un aspetto elegante.

 


La casa cinese ha integrato altoparlanti Dual Stereo aggiornati, per offrire un’esperienza sonora di qualità più alta: risultano più potenti del 40% rispetto alla precedente generazione e garantiscono un suono surround immersivo, oltre che una maggiore profondità, che si tratti di video, giochi o telefonate.


A disposizione anche una modalità Ultra Volume aggiornata, che ottimizza il volume fino al 300% e fornisce un boost utile per gli ambienti più rumorosi.

 

OPPO A58 ampio schermo e promettente autonomia

 


Può aumentare il volume fino al 200% anche con le cuffie, ma soltanto durante le chiamate (anche tramite WhatsApp e Messenger).

Per quanto concerne il comparto fotografico, OPPO A58 dispone di tre sensori in tutto. Sul retro trova posto una doppia fotocamera AI con sensore principale da 50 MP e supporto al pixel binning: grazie a quest’ultimo, quattro pixel possono essere combinati per formare un pixel più grande, preservando più dettagli soprattutto nelle condizioni difficili con scarsa illuminazione; il sensore secondario è da 2 MP ed è pensato per i ritratti: lavorando insieme a quello principale, consente di ottenere una sfocatura dello sfondo, mettendo in risalto i soggetti in primo piano.

 

Frontalmente c’è una fotocamera da 8 MP, integrata attraverso un piccolo foro nello schermo.

A disposizione funzioni come Stylized Nighttime Photography, AI Portrait Retouching e la modalità Panorama.

 

OPPO A58 ampio schermo e promettente autonomia

 


La casa cinese si è concentrata anche sull’autonomia e ha dotato il nuovo smartphone di una batteria da 5000 mAh, che garantisce secondo i dati diffusi fino a 32 ore di telefonate, 16 ore di riproduzione video e fino a 5 ore di gioco (con PUBG in particolare).

Quando questo non sarà sufficiente, potrà entrare in gioco la ricarica rapida cablata SUPERVOOC da 33 W (il caricabatterie è incluso nella confezione), capace di far tornare al 100% in 75 minuti; bastano 5 minuti per assicurarsi 3,39 ore di chiamate.

Le funzioni All-day AI Power Saving si attivano quando ci si dimentica di ricaricare: in questo modo il 5% di autonomia residua può bastare per 91 minuti di chiamate.

Parlando invece del cuore dello smartphone, che risulta il SoC MediaTek Helio G85: al suo fianco 6 GB di RAM LPDDR4X (con tecnologia RAM Expansion per arrivare fino a 12 GB) e 128 GB di memoria interna (espandibile).

Grazie al Dynamic Computing Engine, la ColorOS 13.1 può programmare le risorse di calcolo, garantendo un’esperienza generale più reattiva e fluida durante qualsiasi tipo di utilizzo.

 

OPPO A58 ampio schermo e promettente autonomia

 


OPPO A58 ha superato i test di 36 mesi di Fluency Protection condotti nei laboratori del produttore, facendo registrare un invecchiamento medio inferiore al 10% per garantire prestazioni stabili nel lungo periodo.

Vale la pena citare anche la certificazione IP54, che offre una protezione limitata contro la polvere e una protezione contro gli spruzzi d’acqua (niente immersioni).

Lo smartphone ha superato sei test per misurare la resistenza alle cadute, all’acqua, alle radiazioni, ai danni atmosferici, alla stabilità del segnale e alle piccole cadute ripetute, in modo da garantire tranquillità per l’uso di tutti i giorni e i suoi imprevisti.


Riepilogo delle specifiche tecniche

display LCD LTPS da 6,72 pollici a risoluzione Full-HD+ (2400 x 1080 pixel, 391 ppi), con frequenza di campionamento touch di 180 Hz, 16,7 milioni di colori (8 bit) e luminosità di picco di 680 nit

SoC MediaTek Helio G85 con CPU octa-core (fino a 2,0 GHz) e GPU Mali G52 MC2 (1000 MHz)

6 GB di RAM LPDDR4X e 128 GB di memoria interna eMMC 5.1 (espandibile con microSD)

doppia fotocamera posteriore con sensore principale da 50 MP (f/1.8 con AF) e sensore la profondità da 2 MP (f/2.4, FoV 90°, FF)

fotocamera anteriore da 8 MP (f/2.0, FoV 80°, FF)

connettività 4G dual SIM, Wi-Fi 5 (802.11ac), 802.11a/b/g/n, Bluetooth 5.3, GPS/GLONASS/Galileo/Beidou/QZSS, NFC, porta per il jack audio da 3,5 mm, porta USB Type-C

lettore d’impronte digitali e riconoscimento facciale

sensore geomagnetico, di luminosità, di prossimità, gravitazionale, accelerometro, contapassi

doppi altoparlanti stereo

certificazione IP54

batteria da 5000 mAh con ricarica rapida cablata SUPERVOOC da 33 W

sistema operativo: Android 13 con ColorOS 13.1

dimensioni e peso: 165,65 x 75,98 x 7,99 mm, 192 g

 


Prezzo

OPPO A58 è già disponibile all’acquisto in Italia tramite OPPO Store, e a breve farà capolino anche presso i principali rivenditori di prodotti elettronici.

Viene proposto nelle colorazioni Dazzling Green e Glowing Black e nella sola configurazione da 6-128 GB al prezzo consigliato di 249,99 euro

Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
WhatsApp
Email
a cura di Jacopo Filisetti

a cura di Jacopo Filisetti

ultimi articoli

le altre rubriche

il nostro mensile