a cura di Jacopo Filisetti

a cura di Jacopo Filisetti

Pixel Fold il primo smartphone pieghevole di Google

arriva a distanza di qualche anno dai primi pieghevoli e dovrà vedersela con gli smartphone di altri produttori già presenti sul mercato

Google Pixel Fold è il primo smartphone Android pieghevole di Google, ufficializzato durante il keynote di apertura del Google I/O 2023 in data 10 maggio 2023 a fianco dello smartphone Android di fascia media Google Pixel 7a e al primo tablet Android di Big G, Google Pixel Tablet. Per il primo pieghevole, il colosso di Mountain View ha optato per il formato con apertura a libro, dotando il dispositivo di un ampio display esterno e di un enorme display pieghevole interno.

 

 

Pixel Fold il primo smartphone pieghevole di Google



Caratteristiche

Google Pixel Fold è uno smartphone pieghevole dotato di due schermi, uno esterno OLED da 5,8 pollici con risoluzione Full HD+ (in 17,4:9), e uno interno principale Foldable OLED da 7,6 pollici con risoluzione 2240 x 1840 pixel (in 6:5).

 

Entrambi offrono un refresh rate adattivo fino a 120 Hz. Il cuore del dispositivo è costituito dal SoC Google Tensor G2, affiancato da 12 GB di RAM e da 256 o 512 GB di spazio di archiviazione.

 

Il comparto fotografico è composto da cinque sensori in tutto: il comparto principale è triplo e può contare su un sensore principale da 48 MP, un sensore ultra-grandangolare da 10,8 MP e un sensore tele da 10,8 MP che consente lo zoom ottico 5x; le due fotocamere anteriori hanno fuoco fisso e risoluzione 9,5 MP (quella esterna, collocata in un foro circolare centrato sul display) e 8 MP (quella interna, collocata sulla cornice sopra al display).

 

Lato connettività abbiamo il supporto al 5G su due SIM (Nano-SIM + eSIM), Wi-Fi 6E (802.11 ax, tri-band), Bluetooth 5.3, NFC, GPS, porta USB Type-C e supporto all’UWB. La batteria è da 4821 mAh e supporta la ricarica rapida cablata e wireless a 30 W. Il sistema operativo è Android 13. Per tutti gli altri dettagli potete consultare la scheda tecnica completa.

 

 

Pixel Fold il primo smartphone pieghevole di Google


Design

Come un qualsiasi smartphone pieghevole a libro, anche Google Pixel Fold offre un ampio display esterno e un ancora più ampio display interno. Rispetto ad alcuni concorrenti, il display esterno risulta più affusolato e meno slanciato in verticale, risultando probabilmente più comodo per l’utilizzo ad una mano. Questa scelta rivela che il form factor del display interno è molto simile ad un quadrato (in 6:5) anche se circondato da cornici piuttosto generose in alto e in basso.

Spostandoci all’esterno, è subito chiaro che ci troviamo di fronte ad uno smartphone della gamma Pixel del recente corso avviato con i Pixel 6 del 2021 e affinato con i Pixel 7 del 2022. Proprio a questi ultimi è ispirato il design del pieghevole Made by Google, anche se sparisce l’iconica Camera Bar per far posto ad un’isola rettangolare (con bordi arrotondati) che sporge dalla scocca e riprende finitura e colorazione del frame laterale. Al suo interno è collocato il comparto fotografico triplo.

Google Pixel Fold è disponibile, al lancio, nelle due colorazioni Obsidian (nero) e Porcelain (bianco): la prima, ha il frame laterale e l’isola fotografica in colorazione grigio scuro; la seconda, in colorazione argento.

Dal punto di vista dei materiali, Google ha optato per vetro (esterno), alluminio (frame laterale) e plastica (internamente) e ha realizzato un dispositivo certificato IPX8 (resistente all’acqua) e dalle dimensioni contenute in 139,7 x 79,5 x 12,1 mm (da chiuso) e 139,7 x 158,7 x 5,8 mm (da aperto), con un peso pari a 283 grammi.

 

Pixel Fold il primo smartphone pieghevole di Google

 


Software

Lo smartphone debutta sul mercato con a bordo Android 13, attualmente l’ultima versione del sistema operativo del robottino verde e sarà uno dei primi smartphone a ricevere Android 14. In generale, l’esperienza utente è quella offerta da tutti gli smartphone premium della gamma Pixel ma, stavolta, entrano in campo tutte le ottimizzazioni pensate da Big G per adattare il sistema operativo agli smartphone pieghevoli, iniziate con il rilascio di Android 12L e proseguite proprio con Android 13: tra le altre cose, sono presenti una task bar flottante e un multitasking più avanzato.

Lato personalizzazione, troviamo la possibilità di applicare i colori dinamici, che pervadono l’intero sistema operativo, a tutte le icone e non solo a quelle delle app targate Google, consentendo all’utente di vivere appieno l’esperienza del Material You.

 


Fotocamera

Il colosso di Mountain View, oltre che su personalizzazione e sicurezza, si è concentrata sulle funzionalità fotografiche per consentire al primo pieghevole di dire la sua anche su un comparto in cui, storicamente, gli smartphone pieghevoli arrancano, e di sfruttare appieno l’interessante hardware messo a disposizione.

Grazie al Super Res Zoom (che su questo modello Pro si spinge fino a 20x) è possibile ottenere immagini nitide anche a distanza. Con Macro Focus si possono ottenere scatti con HDR+ a una distanza di tre centimetri, che si tratti di petali di fiori, gocce di pioggia, piume e altri piccoli dettagli.

 

 

Pixel Fold il primo smartphone pieghevole di Google


I video possono contare sul supporto all’HDR a 10 bit per la registrazione di filmati più luminosi, con contrasti più elevati e una gamma di colori più ampia; in generale, la risoluzione massima per la registrazione dei video è la 4K a 60 fps. In più è disponibile la sfocatura cinematografica, che consente di registrare con una profondità di campo ridotta.

Tra gli algoritmi della fotocamera non manca Real Tone, un algoritmo che promette di rendere giustizia a qualsiasi tonalità della pelle, catturandola in modo accurato ad ogni scatto: negli anni Google ha addestrato l’algoritmo con oltre diecimila ritratti di persone per affinare questo algoritmo.

La modalità Night Sight, poi, è presente nella sua versione più aggiornata che richiede la metà del tempo di esposizione normale per produrre scatti nitidi in condizioni di scarsa illuminazione.

Non mancano, poi, tutte le funzionalità offerte da Google Foto, come Foto Nitida (pensata per riportare in vita le foto sfocate, anche quelle vecchie) e Gomma magica (pensata per rimuovere e camuffare oggetti o soggetti indesiderati presenti in uno scatto).

Passando oltre, non mancano tutte le altre funzionalità imprescindibili dei Pixel premium, come Chiamata nitida (consente di ascoltare l’interlocutore ovunque si trovi utilizzando l’apprendimento automatico per ridurre al minimo i suoni come il vento e il traffico, migliorando allo stesso tempo la voce dell’interlocutore), Sottotitoli in tempo reale e tanto altro.

 

 

Pixel Fold il primo smartphone pieghevole di Google


Anche il pieghevole di casa Google, al pari degli altri smartphone più recenti, è dotato del co-processore di sicurezza Titan M2 che rende il telefono ancora più sicuro e resistente agli attacchi esterni.

In più, anche Pixel Fold mette a disposizione dell’utente la VPN di Google One senza costi aggiuntivi.

Lo smartphone è inoltre dotato di un lettore ottico delle impronte digitali e, come i più recenti smartphone canonici della casa, offre lo sblocco col volto (solo con la fotocamera anteriore esterna).

 

Pixel Fold il primo smartphone pieghevole di Google

 


Batteria

Come prassi per gli ultimi smartphone di casa Google, la batteria adattiva è calibrata in modo da potere durare oltre 24 ore: gli algoritmi sono in grado di capire quali sono le app più utilizzate dall’utente e spingeranno lo smartphone a non sprecare risorse per quelle meno usate. Attivando il risparmio energetico estremo, la batteria può durare fino a 72 ore.

Quando ciò non è più sufficiente entra in gioco la ricarica rapida da 30 W con cavo o wireless, in grado di riportare lo smartphone al 50% in circa 30 minuti.

Il caricabatterie viene venduto separatamente.

A livello di supporto software, Google garantisce tre generazioni di Android e almeno 5 anni di aggiornamenti mensili per quanto riguarda le patch di sicurezza.

 


Prezzo e uscita

Google Pixel Fold è stato presentato il 10 maggio 2023, durante il keynote di apertura del Google I/O 2023 e sarà disponibile nelle due colorazioni Obsidian e Porcelain e in due differenti configurazioni di memoria, proposte ai seguenti prezzi di listino:

Configurazione 12+256 GB al prezzo di 1889 euro

Configurazione 12+512 GB al prezzo di 2009 euro

Nonostante i prezzi in euro, il dispositivo, almeno in un primo momento, non verrà commercializzato in Italia. Su altri mercati, come quello tedesco, Google Pixel Fold risulta già preordinabile ma arriverà nelle prossime settimane.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
WhatsApp
Email
a cura di Jacopo Filisetti

a cura di Jacopo Filisetti

ultimi articoli

le altre rubriche

il nostro mensile