a cura di Marco Inchingoli

a cura di Marco Inchingoli

Earthworm Jim 2

1995Sega Mega DriveSparatuttoShiny Entertainment Virgin
annoconsolegeneresviluppopublisher

un’avventura cosmica all’insegna dell’ironia

Earthworm Jim 2 L’uscita predominante di questo mese è senz’altro Ratchet & Clank: Rift Apart, decimo capitolo di una serie iconica nata nel lontano 2002 su PS2.
Per celebrare il debutto su PlayStation 5 di questa pietra miliare dell’universo PlayStation abbiamo pensato di raccontarvi di un retrogaming che condividesse in qualche modo alcuni suoi aspetti.

I miei punti di riferimento erano quindi un duo di eroi, un’ambientazione fantascientifica e un gameplay che mescolasse elementi platform con dosi massicce di scontri a fuoco intergalattici.
Aggiungiamo al mucchio anche una buona dose di ironia e una vasta gamma di armi spaziali. Ebbene questa varietà di elementi mi ha portato in mente diversi giochi, ma alla fine solo uno in particolare è rimasto marchiato a fuoco tra le mie sinapsi: Earthworm Jim 2 per Mega Drive.

 

Se pensate che sia troppo distante da Ratchet & Clank vi sbagliate di grosso perché nonostante il gap temporale (1995 da una parte e 2002 dall’altra) il gioco di Shiny Entertainment include esattamente ogni singolo elemento riportato poc’anzi. Innanzitutto abbiamo il duo di eroi, Jim, un verme che indossa un corpo robotico e combatte le forze del male nelle profondità dello spazio, e Snott, un grande ammasso di gelatina verde senziente che accompagna Jim in questa avventura.

Earthworm Jim 2

Un duo atipico me ne rendo conto, ma loro sono i protagonisti di un’avventura cosmica all’insegna dell’ironia che li porterà a viaggiare di pianeta in pianeta con l’intento di salvare per la seconda volta la principessa What’s Her Name (letteralmente Qual’è il suo Nome) dal malvagio Psy-Crow (una specie di pollo spaziale molto cattivo).

Come avrete capito Earthworm Jim 2 non si prende molto sul serio e la sua ironia pervade l’intera produzione, certo qui siamo su altri livelli rispetto un più scenografico Ratchet & Clank che non lesina comunque sulle battute, ma in Earthworm Jim, la demenzialità e la follia regnano sovrane.

Possiamo notarlo ad esempio dai vari livelli, uno più strampalato dell’altro. In un livello Jim si traveste da salamandra e dobbiamo attraversare un intestino con grossi ostacoli tipici dei flipper intervallando con dei quiz nonsense senza una risposta logica (per farvi un’idea in una domanda ci verrà chiesto di che colore è la pistola rossa di Jim, ma il rosso non apparirà tra le risposte); in un altro il gioco si trasformerà in uno sparatutto e dovremo portare una bomba mongolfiera fino ad una caverna piena di muco per sconfiggere il Maggiore Mucus; un altro ancora vede Jim salvare i cuccioli del tenero cane rosa Peter Puppy (tenero solo quando non si arrabbia) che Psy-Crow lancerà da una torre, il tutto sarà condito da un medley di canzoni popolari italiane.

Earthworm Jim 2

Ogni livello ha una sua caratterizzazione seppur demenziale e il bello è che il gameplay ad eccezione di pochi livelli varia continuamente, nessun livello è effettivamente uguale all’altro.

Poi i pianeti propongono scenari altamente folli, come un gigantesco barbecue in cui evitare griglie bollenti, cannucce killer e forchette appuntite o il pianeta della burocrazia pieno zeppo di scartoffie e giganteschi inceneritori. Insomma c’è davvero di tutto e i boss che affronteremo non sono da meno: una larva gigante su un monociclo, una bistecca sputafuoco che ci affronterà su una pizza gigante, un pesce rosso in un acquario, o il malvagio gatto Evil the Cat.
Per non parlare poi del boss finale, Psy-Crow, che andrà affrontato in una corsa sfrenata sul pianeta Las Vegas, dove arrivare primi sarà l’unico modo per battere il pollo spaziale e terminare il gioco (più facile a dirsi che a farsi dato che la difficoltà qui è alle stelle).

Come avrete capito Earthworm Jim 2 ha un gameplay molto variegato, ma principalmente nel gioco si spara con una vasta varietà di armi spaziali, si saltano piattaforme e si superano piccoli enigmi ambientali o ostacoli come spostare maiali, evitare vecchiette volanti o trasportare mucche in una stalla.

Ci sono anche punti in cui dovremo usare la melma Snott per appiccicarci ad oggetti o soffitti e utilizzarla a mo’ di corda.
Ho provato a descrivervi la follia e la demenzialità di questo gioco, ma il miglior modo per capire davvero la sua essenza è quello di provarlo.
Earthworm Jim 2 è un gioco esilarante, con un buon livello di sfida e un divertimento che vi terrà attaccati come una calamita.

Non sarà di certo come l’ultimo Ratchet & Clank, ma siamo sicuri che potrà sorprendervi, quindi il consiglio è di recuperarlo, soprattutto nella sua versione per Mega Drive, secondo noi la migliore in termini tecnici.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on telegram
Telegram
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email
a cura di Marco Inchingoli

a cura di Marco Inchingoli

ultimi articoli

Earthworm Jim 2

Earthworm Jim 2

1995 Sega Mega Drive Sparatutto Shiny Entertainment Virgin anno console genere sviluppo publisher un’avventura cosmica all’insegna dell’ironia L’uscita predominante di …

Pinkie

Pinkie

1994 Amiga Platform Data Design MIllennium anno console genere sviluppo publisher Un viaggio intergalattico per salvare i dinosauri dall’estinzione Le …

Toy Story

Toy Story

1996 SEGA Mega Drive Action/platform Traveller’s Tales Disney Interactive Studios anno console genere sviluppo publisher I giocattoli animati di Pixar …

le altre rubriche