a cura di Valerio Turrini

a cura di Valerio Turrini

EA Sports si prepara a salutare FIFA con un’ultima gloriosa finale di Champions!

Electronic Arts si prepara a tornare sul mercato con l’appuntamento più atteso dagli italiani, la serie di calcio più diffusa e giocata in assoluto che con FIFA 23 dovrà dire addio alla storica licenza ufficiale FIFA e che probabilmente, sancirà un vero e proprio spartiacque per la produzione EA Sports che dal prossimo anno cambierà nome

E’ perciò lecito aspettarsi molto da questo FIFA 23, l’ultimo del suo nome sviluppato dalla storica casa canadese, che come al solito mira a migliorare l’ottima impostazione data attraverso gli anni senza stravolgerne il contenuto, ma ampliandolo ulteriormente.
Le novità per questo capitolo saranno diverse, a partire dalle novità nel gameplay che introdurrà il sistema Hypermotion 2 che avremo modo di valutare al meglio in sede di recensione, mentre per quanto riguarda i contenuti dedicati alle due modalità cardine dell’esperienza di gioco, possiamo già sbilanciarci e parlarne un po’.

EA Sports si prepara a salutare FIFA con un’ultima gloriosa finale di Champions!

Partendo dalla punta di diamante di FIFA 23, Ultimate Team verrà aggiornato con diverse novità, andando a ritoccare il sistema di intesa e rivoluzionando totalmente il modo di fare le squadre.

Diremo quindi addio al classico sistema basato sui green link, che ci vedeva obbligati a incastrare al meglio i giocatori per nazionalità, campionato e posizione, trovandoci molto spesso a dover incastrare Mbappé mediano o Kanté attaccante per poi cambiare la formazione in-game. Visto che questo sistema oltre ad essere ormai obsoleto e facilmente aggirabile, EA Sports ha deciso di cambiare marcia e basare il tutto su un nuovo sistema basato sempre su campionato, squadra e nazionalità, ma calcolato su tutta le squadre piuttosto che sul giocatore vicino.

Ogni giocatore performerà sempre per i suoi attributi base, anche se messo fuori posizione, ma giocherà meglio qualora la squadra venga costruita in maniera consona, mixando al meglio campionati, nazionalità e squadre dei singoli giocatori, andando ovviamente a tenere in considerazione la giusta posizione assegnatagli.

EA Sports si prepara a salutare FIFA con un’ultima gloriosa finale di Champions!

Anche sulle posizioni EA Sports ha voluto cambiare sistema, dando ad ogni giocatore un massimo di 3 posizioni (una principale e 2 extra) dove sarà possibile schierarlo.
Come già detto il giocatore performerà sempre secondo le sue statistiche anche se schierato fuori ruolo, ma applicare il giusto ruolo permetterà ovviamente di migliorare l’intesa della nostra squadra. Discorso analogo ma diverso per le Icone e gli Eroi FUT, che avranno sempre la massima intesa individuale e varranno doppio per l’intesa di squadra.

Tra le novità di Ultimate Team troviamo anche l’introduzione dei Momenti FUT, una serie di brevi sfide a difficoltà variabile, che permetteranno di ottenere premi anche a chi ha poco tempo da dedicare alla modalità. Le sfide saranno basate sia sulle partite reali giocate nella settimana, sia su eventi storici e includeranno per esempio delle storiche rimonte o il rifacimento di determinate azioni leggendarie che hanno fatto la storia del calcio o della giornata passata.

Ultima grande novità per Ultimate Team è che finalmente la modalità sarà cross-play e permetterà ai giocatori PC, Playstation 5 e Xbox Series X/S di giocare sugli stessi server. Stessa cosa accadrà per i giocatori PS4 e Xbox One che potranno sfidarsi tra loro e ovviamente, per il mercato che sarà totalmente cross-play tra tutte le piattaforme.
Da segnalare come finalmente la versione PC del gioco rientri tra le versioni next-gen e sarà equiparata alle versione PS5 e Series X.
Oltre all’Ultimate Team i riflettori sono altresì puntati sulla Modalità Carriera che vedrà l’introduzione di nuovi menù aggiornati e in linea con il resto del gioco e qualche novità sia per la Carriera Allenatore, ma soprattutto per la Carriera Giocatore, che in FIFA 23 tornerà ad essere un’esperienza centrale dell’offerta di gioco.

EA Sports si prepara a salutare FIFA con un’ultima gloriosa finale di Champions!

Siamo ancora ben distanti dal magnifico The Journey che speriamo di rivedere presto, ma in FIFA 23 gli sviluppatori hanno reso la carriera giocatore decisamente più interessante rispetto al passato, grazie all’introduzione di un nuovo sistema della personalità, che inciderà direttamente sugli attributi del giocatore.

Il nuovo sistema si divide in tre rami di personalità, che verranno influenzati da ogni nostra azione in game e che andranno ad aumentare determinati attributi.
La personalità sarà influenzata anche da determinati eventi fuori dal campo, come l’assunzione di un personal trainer o chef per migliorare il nostro rendimento in campo e da eventi specifici durante le partite, dove avremo la facoltà di scegliere come comportarci.

Per quanto riguarda l’allenatore, potremo scegliere di vestire i panni di uno tra i 350 allenatori reali presenti nel gioco, tra i quali troviamo i vari Conte, Ancelotti, Guardiola, Klopp e molti altri.

Viene inoltre introdotto un nuovo sistema dinamico di valutazione delle trattative di mercato, che segnalerà durante la trattativa il nostro andamento e ci assegnerà anche un voto finale all’operazione di mercato.

EA Sports si prepara a salutare FIFA con un’ultima gloriosa finale di Champions!

Un’altra feature molto gradita per la Carriera sono gli highlights giocabili, che ci permetteranno di simulare una partita ma di giocare le azioni salienti e quindi prendere il comando della squadra durante le sole azioni da gol.
Novità poi dell’ultima ora particolarmente gradita a noi italiani, in FIFA 23 saranno presenti le licenze ufficiali della Serie A TIM e della Serie BKT, con annesse ovviamente Coppa Italia e Supercoppa Italiana. Purtroppo l’accordo non include ancora il ritorno di Atalanta, Lazio, Roma e Napoli tra le squadre su licenza che ancora per quest’anno avranno maglie e loghi non ufficiali, mentre torna nella scuderia FIFA la Juventus.
Tra le altre novità sul lato licenze, in FIFA 23 verranno introdotti i club femminili inglesi e francesi e ovviamente vista l’incombenza dell’evento, saranno presenti anche le licenze della FIFA World Cup 2022: Qatar al quale verranno dedicati diversi eventi su FUT e sarà possibile giocare il Mondiale per intero nel gioco in singolo. Tornano ovviamente tutte le competizioni europee UEFA, la Coppa Libertadores e tutti i campionati già presenti in FIFA 22.

 

FIFA 23 si presenta come un bellissimo canto del cigno per la serie, il degno saluto che ci guiderà verso il nuovo EA Sports Football Club a partire dall’anno prossimo, Il fischio d’inizio è fissato per il prossimo 30 settembre su tutte le console, data dal quale potremo finalmente tornare in campo a giocare lo sport più bello al mondo